sorpresa!

Il sigillo di Aetherea è il mio primo libro e questo ormai l’hanno capito anche i muri, ho iniziato senza sapere niente dell’editoria, delle case editrici, di contratti, valutazioni, sinossi e con una biografia di tre righe. Non che dopo 4 anni dalla prima volta che mi sono messo a scrivere abbia percorso molta strada, c’è una bella scalata davanti e so che ce la posso fare, passin passetto, tra un impegno lavorativo e uno familiare… Perché vi sto dicendo tutto questo? Ci arriverò tra pochissimo.

Ho imparato molto e grazie anche a Campanila Editrice che ha portato la mia creature sugli scaffali di varie librerie a Firenze, ho avuto la possibilità di avere più visibilità di tanti altri autori. Poi ci ho messo del mio, cercando di auto-promuovermi sui social, organizzando presentazioni (due…), e sbattendomi in prima persona per far sì che il libro raggiungesse più persone possibili cominciando dagli amici (che non mi sopportano più eh eh eh). Non ho mai partecipato a fiere se non come spettatore a Firenze Libro Aperto, e questa è una mancanza che dovrò colmare prima o poi!

FacebookGoodreadsPenne Matte, questo stesso blog… pensavo che le vendite dovute a questi canali fossero irrisorie e poi vado su http://www.ibs.it e mi leggo questa cosa:

ibs

Cioè? Sono 26 esimo nella CLASSIFICA BESTSELLER di IBS LIBRI? Qualcuno mi può spiegare se si tratta di uno scherzo?

Eppure nella sezione Narrativa Italiana-Fantasy si parla di 2000 e passa libri…

ibs1

Bastano 10 copie cartacee vendute su IBS per essere in classifica al 26esimo posto? Non credo di aver venduto chissà quante copie! Ditemi che non sto sognando o che si tratta di una supercazzola libraria!

54zwjj

Sperando che sia tutto vero e che il libro continui ad andare così bene, non mi resta che godermi questa fantastica sorpresa e continuare a sognare e fantasticare e chissà magari il prossimo libro andrà anche meglio!

Grazie a tutti voi per il vostro sostegno, un narratore non è niente senza il suo pubblico.

Annunci

Son Soddisfazioni…

Nel giorno in cui la mia principessina ha spento la sua prima candelina dopo avermi regalato i primi 365 giorni di gioia pura (e dovete vederla insieme al fratellone, sono uno spettacolo che illumina anche le giornate più buie e difficili…), sono a raccontarvi cosa significa vedere premiati i propri sforzi.

Per chi mi segue dalla nascita di questo blog ormai è risaputo quanto lavoro e tempo abbia richiesto la pubblicazione di “Il Sigillo di Aetherea”, io per primo non avrei scommesso sulla riuscita di questo romanzo dopo i primi rimbalzi da parte di alcune Case Editrici e soltanto l’affetto di alcune persone vicine, in particolare Lauramaria, Cristina, Fofò, Eva e Marco mi hanno dato la forza per continuare a crederci (non cito mia moglie perché è già tanto se l’ha letto tutto…). Poi, improvvisamente la svolta, tante revisioni, tante riletture e tempi morti e infine ecco il libro in mano mia (fine maggio).

Dal vedere concretizzata un’idea è stata un’escalation di emozioni attraverso vari passaggi che, poveri voi, non ho smesso di segnalarvi… Ed ecco quindi il libro comparire nei principali store on line come IBS, LaFeltrinelli, Mondadori, Amazon e altri ancora. Quindi via via che il libro comincia a girare appaiono le prime recensioni vocali, nemmeno una negativa e, come ciliegina sulla torta, anche recensioni positive da persone appartenenti ad un progetto editoriali dedicato al fantasy (I.D.E.A.) e a un blogger (Sogno tra i libri): ben 5 stelle su 5 con tanto di commento entusiasta.

Bene, direte voi, ci hai sfracassato i cosiddetti per più di due mesi, cosa altro c’è che ti possa fare emozionare tanto da dedicarci un articolo? Il primo anno della mia bambina era un pretesto favorevole e voi ci siete cascati se avete letto fino a qui! Allora che cosa? Beh alcune cose sono personali come i complimenti della zia settantenne che ha letto il libro in tre giorni, oppure due colleghi di mia suocera che insegnano alla scuola media che non solo sono rimasti soddisfatti ma hanno chiesto a mia suocera di girarmi i loro complimenti… Sì queste”stupidaggini” per me sono grandissime soddisfazioni ma non mi limito a questo!

Voglio raccontarvi questo aneddoto e come a volte la casualità o il destino ti apparecchiano un desinare che ti risolve la giornata e quelle a venire. Dopo aver lasciato il motorino dal meccanico (e quindi immaginatevi il giramento di…) ho attraversato la strada per curiosare in una libreria di cui mi avevano parlato molto bene (Libreria Alzaia) e che avevo segnalato ai distributori della Casa Editrice. Ecco, ho dato una rapida occhiata tra gli scaffali non vedendo niente e quindi, ottimista come al solito, stavo già chiedendo al libraio se fossero mai passati i distributori a proporre il mio romanzo quando ecco che la sua copertina mi acceca di luce sfolgorante nello stesso scaffale dell’ultimo capitolo di Harry Potter!

foto 2

La foto non è venuta bene a causa della mano tremolante, del cellulare che fa recare e de “il tesoro di Marvel” che citerò per danni di immagine!

Quindi come vedete i motivi per festeggiare ci sono e se vi capita di andare in qualche libreria a Firenze o a Pisa, date un’occhiata e segnalatemi eventuali presenze arboree che portano il mio nome! So per certo che una copia ce l’hanno anche alla Libreria L’OraBlu e, come ha scritto una cliente Amazon nella propria recensione:

il 3 agosto 2016
 
Questo è un libro che inizia subito con grandi promesse e le mantiene tutte pagina dopo pagina.
Per gli amanti del fantasy il difficile è riuscire a chiuderlo e a tirare fuori la testa dalle vicende che un colpo di scena dopo l’altro ti tengono incollato alla pagina e all’inchiostro.