weekend fantastico!

Ciao a tutti,

oggi, il libro passerà in secondo piano perché voglio provare a descrivere cosa vuol dire far parte di un movimento, una squadra, un gruppo di amici, uno sport… Cosa c’è di meglio che passare il fine settimana in una piscina meravigliosa come l’impianto della Costoli a Firenze? Chiavi in mano dal venerdì’ sera, organizzazione di un torneo internazionale al quale hanno partecipato ben 13 squadra di club maschili provenienti da 13 nazioni diverse e 5 squadre femminili.

Avere una piscina a completa disposizione con tutto il parco intorno dove campeggiare non ha prezzo. Condividere questi momenti con i propri compagni di squadra, famiglia e amici fuori e dentro l’acqua non ha prezzo. Vedere che con il passare degli anni (siamo alla quindicesima edizione) l’entusiasmo non è scemato e che tutti si fanno in quattro per la buona riuscita dell’evento è qualcosa di indescrivibile.

piscina.jpg

Panoramica della piscina tuffi dove si è svolto il torneo

Amo questo sport e le persone che ne fanno parte, tutta la stanchezza viene lavata via dalla doccia finale quando si raccolgono le proprie cose e si fa ritorno a casa per collassare sul divano. E’ una gioia immensa vedere i figli sguazzare in piscina con amici e altri giocatori che te li guardano mentre sei occupato a giocare o organizzare. Ho iniziato nel 2001 a 25 anni e adesso che ho quasi raggiunto gli anta, accetto e apprezzo come la mia vita sia cambiata, evoluta… Le priorità sono diverse questo è vero, adesso non si fanno più le 4 del mattino in acqua a giocare in condizioni psico-fisiche non proprio ottimali (parlo per me perché altri ancora riescono a farlo :-)), non è più conveniente bere troppo (anche perché il fisico non reggerebbe la partita del mattino seguente…), e al posto di balli sfrenati con la straniera di turno, ti osservi divertito ballare con una principessa di 9 mesi che casca dal sonno! In questi due giorni si crea un legame indissolubile, un clima goliardico e dai sapori intensi, una specie di magia che avvolge tutti noi e ci trascina in un mulinare di emozioni che ci travolgono come un fiume in piena.

Questo amici miei è il RUGBY SUBACQUEO, la FIRS, in due parole la FIRENZE CUP!

bana

la concentrazione prima della partita

saluto

In acqua nemici ma subito dopo è tutto dimenticato

 

Per la cronaca:

Torneo Maschile è stato vinto dalla squadra “Under 25 Tedesca” che ha battuto in finale la squadra danese di Amager (che ci ha sconfitto nel girone relegandoci nel gruppo dalla quinta a ottava posizione). Terzo posto per i finlandesi di Kupla. I forti turchi a sorpresa si sono piazzati settimi, dietro a Vienna, la nostra bestia nera che siamo finalmente stati in grado di sconfiggere per 3 a 2 dopo i tiri di rigore! Quindi per la FIRS un quinto posto sudato e meritato; per la vittoria confidiamo nella prossima edizione 🙂 La squadra svizzera si è piazzata quarta (grazie a un girone un po’ troppo favorevole), ottava una squadra londinese, nono posto per i lussemburghesi, decimo posto per la squadra svedese Trelleborg, undicesima posizione per la squadra di Barcellona, penultima la squadra greca Fysalis, ultima la squadra francese di Bordeaux

Torneo Femminile: qui le nostre donne hanno spaccato! Quattro vittorie su quattro e coppa in cassaforte con la ciliegina della vittoria ai rigori contro l’eterna rivale di Copenaghen che si è piazzata sul gradino più basso del podio! Seconde le finlandesi le temibili finlandesi. Complimenti alle nostre fantastiche ragazze! Da menzionare la prima presenza alla Firenze Cup per una squadra femminile greca (ultima posizione) oltre al quarto posto raggiunto dalla compagine austriaca.

vittoria.jpg

E non è finita qui, perché tra un cassonetto da svuotare, pioggia e un raggio di sole ho anche trovato il modo di firmare qualche libro con i miei primi fan… queste sì che son soddisfazioni!

13315615_10208244705492626_640057531766996554_n

In attesa dei primi commenti sul romanzo per ora posso soltanto dirvi che tutti sono rimasti entusiasti dalla qualità del libro e la copertina mi piace ogni giorno di più!

Insomma un weekend difficile da dimenticare 🙂