Stefano Marguccio

Prima di procedere con la recensione di questo romanzo voglio raccontarvi un aneddoto. Chi mi segue dall’inizio forse si ricorderà dei primi articoli di questo blog dove raccontavo i millemila tentativi fatti per pubblicare il mio primo romanzo. Tra i vari, ho partecipato anche al concorso “Odissea” organizzato da Delos Book insieme a un’altra trentina di autori (Rileggetevi pure “Esordiente allo Sbando: Genesi di un libro“). “Caccia Mortale” era nella lista e dal momento che è stato selezionato per la pubblicazione come ebook potete immaginare la mia curiosità nel volerlo leggere.

Vista la premessa, l’approccio al libro è stato di circospezione e un po’ prevenuto, ma sono bastate poche pagine per capire che l’autore ci sapeva davvero fare. I primi dialoghi hanno subito catturato la mia attenzione già stimolata dall’ambientazione ben curata e da uno stile narrativo piacevole. I due mondi paralleli si alternano continuamente lasciando il lettore in costante attesa di sapere cosa succederà. Più volte mi sono trovato a indovinare se e quando i due mondi si sarebbero incrociati in una sorta di soglia spazio-temporale. La scelta dell’autore sul tipo di narrazione è molto interessante e merita un plauso per come Stefano sia riuscito a rendere semplice e naturale un intreccio complicato di eventi, sovrapposizioni, ambientazioni diverse anche se strettamente connesse tra loro; davvero complimenti. Secondo la mia modesta impressione, il lavoro dell’autore è stato immenso e dettagliato e accompagna il lettore senza mai appesantire la lettura. Oltre alla struttura del romanzo anche i personaggi sono ben caratterizzati e Delion di Rubra è l’eroe non eroe, il suo non eccellere in niente ed essere predisposto a tutto è una buona trovata. Il romanzo mi ha stupito, mi è piaciuto e sono curioso di sapere come andrà a finire perché, anche se l’epilogo del primo libro mi ha lasciato un po’ l’amaro in bocca per la sua risoluzione “immediata”, la trama mi ha sorpreso continuamente e questo non è affatto scontato. Un libro che consiglio vivamente.

Qui trovate la pagina Facebook dell’autore nel caso vogliate lasciargli un like: Pagina Facebook

Ecco invece il sito delle Cronache dei due Mondi dove verrete accolti da un meraviglioso Book Trailer!

marguccio

Quarta (da Amazon): Il cielo di Arkandia è avaro di nuvole quanto la sua terra lo è di giustizia. Delion di Rubra, primicerio del monastero di Urd il Profeta, è un senza cognome. Nel sistema corrotto della Confederazione uno come lui conta zero. Per questo ha deciso di unirsi a una società segreta che promette di rovesciare l’ordine costituito per sostituirlo con uno più equo, guidato da un uomo solo, come ai tempi dei re. Il suo sogno di cambiamento, però, vive il tempo di una notte. Un terremoto distruttore rade al suolo la città in cui vive, rimescolando le carte della sua partita con il destino. Un demone lo scruta dalle tenebre di una stanza gelida. Una fanciulla dai capelli immacolati trascrive tutto quello che dice e fa. La caccia è appena iniziata, e i mondi che sono stati separati presto saranno uniti di nuovo. Segui le avventure di Delion di Rubra nel ciclo delle Cronache dei Due Mondi!

Biografia: Stefano Marguccio (Milano, 1975). Dopo aver viaggiato il mondo tramite gli album di fotografie di famiglia, decide di fare del viaggio la sua professione. Laureato in Giurisprudenza, Master in Diplomacy dell’ISPI, Master in Management Pubblico della SDA Bocconi, fa le sue prime esperienze di lavoro sia nel settore privato che nel pubblico. Nel 2004 entra a far parte del corpo diplomatico della Repubblica Italiana. Da allora gli aerei lo hanno portato per lavoro in mezzo mondo. Appassionato di fantasy e di cavalli fin dalle elementari, nel 2010 inizia a scrivere le Cronache dei Due Mondi. Sua figlia, in un tema, ci ha tenuto a mettere su carta che è il membro più strano della sua famglia. Dal maggio 2014 è il Consigliere Diplomatico del Ministro dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare.