Teresa Bonaccorsi – Elements

IMG_9883

SINOSSI: solare e piena di vita, Clara è una diciassettenne siciliana che trascorre le sue giornate tra gli amici, le passeggiate lungo le coste acesi e le emozionanti escursioni sull’Etna.
Una fresca sera d’estate, la tranquilla routine della sua vita viene sconvolta drasticamente da un evento inspiegabile che la condurrà verso un destino irto di strade insidiose, tra le quali incontrerà immonde creature, prive di scrupolo e senza umanità.
Piano piano, grazie alla sua testardaggine, Clara riuscirà a scoprire una verità sconcertante e magica che va oltre ai confini del mondo stesso, del suo mondo.
Da quel momento in poi vedrà ogni cosa con altri occhi, scoprendo che anche nella più improbabile delle creature può celarsi un essere straordinario, capace di farle provare emozioni che non credeva nemmeno di poter sentire.
Raphael e Gabriel sapranno infonderle il coraggio necessario per trovare la sua luce e governare gli elementi? Clara riuscirà a gestire la magia che non sapeva di custodire o soccomberà sotto quella straordinaria potenza?
La sorte di due popoli e dei loro mondi, il cui fatale destino è ormai segnato da secoli, è nelle mani di una giovane umana.

RECENSIONE:

Inizierò dicendo che quando ho acquistato questo libro ero un po’ prevenuto in quanto Urban o Paranormal Fantasy non sono proprio nelle mie corde. Cerco comunque sempre di ampliare le mie prospettive e, rapito dalla bellezza della copertina e approfittando della promozione del libro mi sono buttato. Le prime pagine sono state un po’ difficili da digerire e la prima parte in generale mi ha un po’ disorientato, non riuscivo a seguire il filo conduttore della trama, mi sembrava tutto un po’ fine a se stesso. Qualche refuso iniziale e uno stile un po’ impacciato presentato dalla giovane autrice mi hanno fatto pensare al peggio. E poi, all’improvviso, come lo sbocciare di un fiore, un’esplosione di immagini, paesaggi, sentimenti, contrasti  comincia a colorare questo romanzo e a dargli un’anima, forte, caparbia. L’autrice sembra aver acquisito confidenza nei propri mezzi, finalmente allontana ogni timidezza e le parole scorrono tranquille in una trama sempre più complessa. La storia si evolve e i personaggi acquisiscono ciascuno il proprio ruolo. I protagonisti, tutti adolescenti, hanno i difetti e debolezze e si comportano da “adolescenti”. Il messaggio arriva comunque forte e chiaro: valori importanti come la famiglia, il rispetto degli altri ma anche di se stessi, il coraggio di osare, l’amicizia, il tradimento emergono e sguazzano in tutto il romanzo. Come ho scritto all’inizio di questa recensione, il genere Urban o Paranormal Fantasy non è il mio preferito e sicuramente alcune situazioni da psicodramma adolescenziale me le sarei evitate, ma ammetto che questo è un mio limite e nel contesto tutto si incastrava alla perfezione. Ho odiato (in senso buono) l’autrice quando descriveva alcune ricette tipiche siciliane… avevo l’acquolina in bocca! Ecco questo è uno dei punti di forza di Teresa, riuscire a trasportare il lettore dentro ai personaggi, a farti vedere coi loro occhi, gustare e annusare i sapori e gli odori tipici della propria terra. Inoltre, la caratterizzazione di Clara, Raphael e Gabriel è molto studiata, la loro psicologia e l’evolversi dei tre ragazzi a causa delle esperienze vissute è uno degli aspetti meglio riusciti. L’utilizzo della magia degli elementi fa da sottofondo ma non prevale mai sul buon senso prevaricando o forzando la storia e questo l’ho apprezzato molto. Ho dato una votazione di 4 stelle su 5 perché è un buon libro che consiglio davvero agli amanti del genere ma anche a chi vi si avvicina per la prima volta.

Link di acquisto su AMAZON

Annunci